Regolamento interno

1) Ogni nuovo aderente alla scuola di Karate avrà diritto da un minimo di due ad un massimo di quattro lezioni di prova gratuite, al termine delle quali sarà obbligatorio, in caso positivo, procedere con il tesseramento alla società.

 

2) Le domande di iscrizione all’associazione vanno presentate compilate in ogni parte e firmate dal socio richiedente (dal genitore o tutore per i minorenni), insieme al versamento della quota associativa annuale e ad un certificato medico generico di sana e robusta costituzione (solo per i soci praticanti) rilasciato dal medico curante.

 

3) Entro venti giorni dalla data di iscrizione (prove gratuite escluse) è fatto obbligo ad ogni atleta l’acquisto del karategi; tale acquisto può essere effettuato in maniera personale oppure chiedendo direttamente al Direttore Tecnico.

Per gli atleti agonisti (maggiori di 14 anni) sarà altresì obbligatorio l’acquisto delle protezioni personali: guantini regolamentari, paradenti, conchiglia parainguine (per i maschi) e paraseno (per le femmine).

Ogni atleta deve essere responsabile dell’ordine e dell’integrità sia del karategi sia delle protezioni personali.

 

4) Ad ogni atleta sarà assegnato un corso di riferimento in base all’età e al grado; ogni atleta è però invitato ad ogni lezione della scuola (senza maggiorazione di quota di frequenza). Quest’ultime lezioni sono integrative e non sostitutive a quelle del corso assegnato.

In caso di assenza è possibile recuperare la lezione o le lezioni perse concordandole con l’insegnante.

 

5) Le lezioni si svolgeranno a porte chiuse; solo in casi eccezionali (es. genitori di bimbi piccoli o persone interessate alla pratica di Karate per un’eventuale iscrizione), previo consenso dell’insegnante, potranno assistere agli allenamenti.

 

6) I praticanti sono tenuti a seguire in maniera assidua le lezioni ed il programma tecnico proposto; ciascuno si deve sentire in diritto di avanzare, nei tempi e nei modi più opportuni (preferibilmente al di fuori dell’orario didattico), suggerimenti, obiezioni o proposte, sempre rispettando il lavoro e l’impegno del docente.

 

7) E’ fatto obbligo ad ogni atleta rispondere sempre e comunque in caso di convocazione a gare, stages, esibizioni ecc, anche eventualmente in maniera negativa.

Si invita a rispettare scrupolosamente le scadenze delle iscrizioni e dei tesseramenti, consegnando all’organo preposto tutto il necessario (moduli, quote, certificati medici, tessere, ecc…) in un’unica soluzione.

Non verranno accettate iscrizioni incomplete.

 

8) Gli atleti che partecipano a manifestazioni agonistiche, sono tenuti a fornirsi del corredo necessario: tessera F.I.K.T.A. e protezioni personali (obbligatorie), acqua, succo di frutta o integratori di sali minerali, alimenti facilmente digeribili (es. frutta, biscotti integrali o cioccolato fondente).

 

9) Tutti gli atleti sono tenuti a partecipare ad ogni attività organizzata dalla scuola, in particolare alle due sessioni annuali di stage ed esami di passaggio di grado. Le cinture nere, oltre all’allenamento, sono convocate anche in qualità di esaminatori.

 

10) L’acquisto del materiale di corredo (es. tuta o borsa sociali) è facoltativo, auspicabile però per gli atleti agonisti e per gli accompagnatori (anche se tesserati come soci sostenitori) con ruoli di rappresentanza.

 

11) Fra i praticanti della DENSHOKAI Karate-do non esistono gerarchie, se non quelle dimostrate dall’esperienza nella pratica e dalla conoscenza della cultura intrinseca nel Karate-do.

Fra gli atleti deve pertanto vigere un rapporto di rispetto assoluto, ognuno deve perseguire l’obbiettivo (dentro e fuori la sala d’allenamento) di migliorare sé stesso come praticante e come persona, e collaborare al fine di permettere agli altri di seguire lo stesso principio.

 

12) Per qualsiasi altra questione o divergenza, consultare e avvalersi del parere del Direttore Tecnico.